Fan Reach e Engagement Rate: dove Facebook li ha nascosti

Avrete trovato tonnellate di articoli che vi dicono come leggere i nuovi insight di Facebook, ma nessuno che vi dice cosa leggere dei nuovi insight di Facebook. Ve lo dico io: cercate prima di tutto la vostra Fan Reach e il vostro Engagement Rate.

Prima regola: lasciate perdere l’interfaccia colorata, lei vi mostra solo la fuffa delle vostre performance; cliccate in alto a destra nel tasto Export Data e scaricate le statistiche in excel; primo bivio: Facebook vi dà la possibilità di scegliere se volete le statistiche in versione “nuova” o “vecchia” (attenzione perché la differenza esiste e ad un’analisi più profonda la sentirete), per andare sul sicuro scaricate sempre la vecchia versione, selezionando anche Page Level Data (selezionata di default), è quella con più dati utili.

Passiamo ai fatti, cosa volete che aumenti a dismisura nella vostra pagina? I like!
No, risposta sbagliata, o meglio, incompleta: i like sono acquistabili con metodi accettati o meno da Facebook, quindi essi rappresentano solo parzialmente il core pontential della vostra pagina.
Quindi, ok contate pure i like, ma contate anche quanti storytelling stanno lavorando per voi: sono gli utenti che creano una storia nella newsfeed dei loro amici ogni qual volta che fanno like, postano sulla vostra timeline, commentano o condividono un vostro post, rispondono ad un sondaggio fatto da voi, partecipano ad un vostro evento, taggano la vostra pagina o ci fanno il check-in.
Trovate questo numero in piena vista nella vostra pagina: PTAT (people talking about this), a fianco al numero dei like. Se ci fate caso è un numero che cambia ogni giorno, perché si basa sulla media degli ultimi 7 giorni (quindi se trovate per esempio scritto 1.000, sono 1.000 utenti unici che nell’ultima settimana hanno creato una storia sulla vostra pagina). Fate un veloce calcolo (PTAT/FAN)*100, che engagement rate raggiungete? Molti dicono che il minimo è il 2%, ed effettivamente anche gestendo pagine ad altissimo contenuto emozionale non si sale sopra il 5,5%, se non per brevissimo tempo.
Troverete lo storico giorno per giorno di questo mitico numero nell’Excel, old version, page level data, colonna B; troverete il numero dei fan nella colonna H dello stesso report. Siete cresciuti? Siete diminuiti nel tempo? Inforcate le vostre calcolatrici.
Passiamo ad un altro argomento scottante: quanti fan vedono veramente i contenuti che pubblicate (dato che Facebook dopo il cambio di algoritmo a settembre-ottobre ha deliberatamente affogato nelle statistiche excel questo dato). Non vi annoierò con la solita solfa dell’algoritmo Edge Rank che calcola affinità, peso e decadenza dei vostri post, ma vi confiderò una cosa che Faebook vuole tenervi nascosta: avete presente quel numero che c’è sotto i vostri post “X persone hanno visto questo post?”? Ecco, quelle persone non sono i vostri fan, perché quello è un dato totale: organico più paid. Bhe, l’organico saranno i miei fan… No way, man! L’organico è rappresentato da chiunque abbia visto i vostri post, perché l’organico, oltre la fan reach, la paid reach conta anche la viral reach: ergo quelli non sono solo i tuoi fan. Se vuoi veramente vedere quanti tuoi fan hanno visto i tuoi post, allora devi scaricare gli insight in excel, selezionando sempre old ma stavolta post level data e cercare la colonna X (grazie Facebook, potevi metterlo un po’ più in là). Ecco trovata la vostra Fan Reach (Lifetime Post reach by people who like your Page).
Vedrete che raggiungerete mediamente un numero molto minore di quello che pensavate, perché, hey, Facebook is a bitch!

Commenti

comments